Seggiolina Pop

Seggiolina di design per bambini Seggiolina Pop di Magis progettata da Enzo Mari
Seggiolina di design per bambini Seggiolina Pop di Magis progettata da Enzo Mari
Seggiolina Pop di Magis disponibile nei 3 colori vivaci arancio, blu e verde
Seggiolina Pop di Magis interamente realizzata in polipropilene espanso sinterizzato
Seggiolina di design per bambini Seggiolina Pop di Magis perfetta per la cameretta o l'asilo
Seggiolina Pop di Magis leggerissima, pratica e facile da spostare
Dimensioni della seggiolina di design per bambini Seggiolina Pop di Magis
Campionario - finiture disponibili

Seggiolina Pop

Seggiolina di design per bambini Seggiolina Pop di Magis progettata da Enzo Mari. Leggerissima, pratica e colorata in arancio, blu e verde.
€ 67,00

* Campi Necessari


Prezzo Scontato: € 55,81

Descrizione

Seggiolina Pop è una seggiolina di design per bambini progettata da Enzo Mari ed inserita da Magis nella collezione Me Too, dedicata al mondo dell'infanzia. La sedia è interamente realizzata in polipropilene espanso sinterizzato, meglio noto come polistirolo.

Caratteristiche
sedia colorata per bambini
disponibile in 3 colori allegri e vivaci
sedia leggerissima e comoda da spostare
perfetta sia per la cameretta sia per l'asilo

Dimensioni
- cm 30 p.33 h.55
Altezza seduta: cm 30

Materiali e Finiture
- polipropilene espanso sinterizzato

Opinione Arredatore

L'Opinione dell'Arredatore
La Seggiolina Pop soddisfa sapientemente tutti i bisogni di cui necessita una sedia per bambini. Progettata dal celebre designer Enzo Mari nel 2004 per Magis pesa solamente 1,2 Kg, enorme vantaggio che permette il facile trasporto della Seggiolina Pop.
Durante la progettazione nessun particolare è stato lasciato al caso, con il perfetto studio del materiale per la realizzazione del prodotto: il polipropilene espanso, infatti, garantisce un'ottima resistenza alle azioni a cui potrebbe essere sottoposta la sedia in asili, scuole o in casa.

Produttore

La storia di Magis è fatta di prodotti vincenti, successo commerciale e creazioni che hanno cambiato la storia del design contemporaneo. L'azienda veneta nasce nel 1976 ed in pochi anni si impone sul mercato con arredi originali, materiali all'avanguardia e lavorazioni innovative. Il 1984 è l'anno della scaletta Step che, seppur inizialmente snobbata, negli anni successivi viene prodotta in un milione di esemplari diventando un classico desiderato ed imitato. Gli anni '90 vedono la collaborazione di designer come Jasper Morrison, creatore di pezzi iconici oggi esposti al MoMa. Di questi anni è anche la mitica seduta Bombo di Stefano Giovannoni. Il susseguirsi di successi mediatici e commerciali hanno portato Magis ad occupare le esposizioni permanenti dei più celebri musei di arte contemporanea.
Il 2000, anno della Air-Chair di Morrison, vede la produzione orientarsi verso le materie plastiche, riciclate e riciclabili, con l'adozione dell'iniezione e dello stampaggio rotazionale. Il 2004 dà la luce a Me Too, collezione dedicata ai piccoli. Le creazioni di Magis continuano a ricevere numerosi riconoscimenti internazionali, ultimo dei quali il Compasso d'Oro 2011 conferito alla Steelwood Chair dei Bouroullec.

Informazioni Aggiuntive

Paese di Produzione
Italia
Avvertenze Quantità
Il prodotto è acquistabile unicamente a multipli di quattro
Requisiti di Montaggio
Montaggio Assente o Basilare
Numero Colli
1
Peso
1,2 Kg
Altri prodotti della stessa Collezione
Vedi tutti i prodotti della collezione (Magis)

Designer

Enzo MariEnzo Mari
Enzo Mari (Novara, 1932) è considerato uno dei maggiori teorici del design. Frequentò l'Accademia di Brera dal 1952 al 1956 formandosi in letteratura ed arte, e approfondendo i temi della psicologia della percezione visuale. Una volta finiti gli studi si dedicò da subito al mondo del disegno industriale. Mari applicò alla sua produzione i suoi studi personali sui temi della percezione e dell'aspetto sociale del design, alla sua funzione nella vita quotidiana e al ruolo del designer nel processo industriale. Il designer, secondo Mari, non si sarebbe dovuto limitare alla creazione di oggetti belli e forme piacevoli: l'aspetto funzionale era imprescindibile, così come lo era l'efficienza delle scelte progettuali in campo di materiali e lavorazioni. Non può esservi poesia senza metodo. Partecipò ai movimenti di avanguardia legati al design, aderendo al Movimento dell'Arte Programmata ed entrando a far parte del gruppo dell'Arte Cinetica, durante quel periodo elaborò una propria teoria sul design che gli valse nel 1967 un compasso d'oro; fu inoltre professore per le facoltà di architettura e design del Politecnico di Milano e presidente dell'Associazione per il Disegno Industriale. Le opere di Mari sono esposte nei principali musei di arte e design del mondo.

Vedi Anche